2013 Legal Research Studio Legale

ROMA 

Via Virginio Orsini, 19

T: 06 32651435

F: 06 32651711

Contatti
Socializza 

MILANO

Via Medici, 15

T: 02 84572254

PALERMO

Via Sciuti, 103

T: 091 6252454

SdaPa Consip pulizie: il TAR Roma sospende le aggiudicazioni di due “appalti specifici” in ragione della rilevata illegittimità dei criteri tabellari di tipo on/off che, nell’ambito delle concrete fattispecie analizzate, avevano finito per trasformare il criterio di aggiudicazione da quello dell’OEPV in quello del prezzo più basso

02/02/2018

Con le ordinanze cautelari n. 165/2018 e 166/2018, il TAR Roma ha sospeso l’efficacia delle aggiudicazioni di due “appalti specifici” che erano stati indetti dal Ministero degli Interni, attraverso il c.d. “SdaPa Consip”, per l’affidamento dei servizi di pulizia delle sedi di alcune Direzioni Regionali dei Vigili del Fuoco.

Il TAR ha accolto la sospensiva rilevando sufficienti elementi di fondatezza dei ricorsi, con i quali era stata in sostanza eccepita l’illegittimità dei criteri tabellari di tipo on/off che, nella specie, avevano finito per trasformare il criterio di aggiudicazione da quello dell’OEPV in quello del prezzo più basso.   

Il giudice capitolino, infatti, dopo aver dato atto della astratta possibilità, nell’ambito dello “SdaPa Consip”, di definire criteri tecnici di valutazione di natura discrezionale in occasione dei singoli “appalti specifici”, ha comunque rilevato che tali specificazioni non erano state effettuate in relazione agli “appalti specifici” oggetto dei giudizi.  

Cosicché, secondo il TAR, in assenza di tali specificazioni, il criterio del miglior rapporto qualità/prezzo, pur formalmente accolto dalla lex specialis attraverso la previsione di due distinti punteggi per l’offerta tecnica (max 70) e per quella economica (max 30), era stato – di fatto – neutralizzato dalla “standardizzazione” dell’offerta tecnica, sostanzialmente bloccata a causa del sistema tabellare di attribuzione del punteggio secondo la modalità “on/off” per la quasi totalità degli elementi oggetto di valutazione.

In sostanza, nelle fattispecie esaminate dal TAR, il sistema di valutazione delle offerte tecniche fondato sui criteri tabellari di tipo on/off, “unito alla mancata previsione di alcuna relazione tecnica di accompagnamento, ha comportato uno snaturamento del criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa, determinando un appiattimento quasi indifferenziato tra le varie proposte tecniche e un’incidenza, quasi totalitaria, dell’elemento quantitativo del prezzo, ai fini dell’assegnazione dell’appalto”.

Le ordinanze sono consultabili ai seguenti link:

 

 

 

* Il presente approfondimento ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale. Di conseguenza, non costituisce un parere legale né può in alcun modo considerarsi come sostitutivo di una consulenza legale specifica.

 

Please reload

Post in evidenza

Le società partecipate dopo il correttivo 2017

21 Sep 2017

1/3
Please reload

Archivio
Please reload

Seguici
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon