• Gentile & Partners

Versamento irregolare del contributo ANAC: esclusione automatica o possibile regolarizzazione?


L’erroneo versamento del contributo ANAC per la partecipazione a gare pubbliche, effettuato indicando il CIG e l’importo (inferiore) di altro lotto della medesima procedura, non può comportare l’automatica esclusione dell’operatore economico, trattandosi di irregolarità dovuta ad errore materiale, sanabile attraverso l’istituto del soccorso istruttorio.

Sono queste le conclusioni cui è giunto il TAR Trento con sentenza n. 44/2018, che ha peraltro avuto modo di evidenziare – seppure sollevando alcune perplessità in merito – come la clausola della lex specialis che preveda l’esclusione per il caso di omesso (e non dunque irregolare) versamento del contributo ANAC entro il termine di scadenza di presentazione dell’offerta non possa ritenersi nulla, trovando copertura normativa nel “bando-tipo” ANAC.

Sul punto, occorre peraltro ricordare che, secondo il recente orientamento espresso dal giudice europeo, l’omesso versamento del contributo ANAC può determinare l’esclusione del concorrente dalla procedura solo nei casi in cui ciò sia espressamente previsto dalla lex specialis di gara (cfr. Corte di Giustizia dell’Unione Europea, sez. VI, 2 giugno 2016, in causa C-27/15).

La sentenza del TAR Trento n. 44/2018 è consultabile al seguente link

* Il presente approfondimento ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale. Di conseguenza, non costituisce un parere legale né può in alcun modo considerarsi come sostitutivo di una consulenza legale specifica.


22 views
Post in evidenza
Seguici
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon