• Gentile & Partners

Omessa presentazione dei c.d. modelli DM10 e requisito della regolarità contributiva.


Integra violazione grave delle norme in materia previdenziale e assistenziale, comportando quindi l'esclusione dalle pubbliche gare, ai sensi dell’art. 80, comma 4, d.lgs. n. 50/2016, l’ipotesi di omessa presentazione, da parte del datore di lavoro, delle prescritte denunce mensili all'INPS afferenti lavoratori regolarmente assunti (c.d. modelli DM10). E ciò a prescindere dalla circostanza che l’impresa abbia comunque regolarmente versato i contributi previdenziali dovuti per legge nei confronti dei propri dipendenti.

E’ questa la conclusione cui è giunto il TAR Roma con la recente sentenza n. 9708/2018.

Premesso che la «violazione grave» rilevante ai sensi della richiamata disposizione prescinde da valutazioni di tipo discrezionale, trattandosi di giudizio vincolato alle risultanze del documento unico di regolarità contributiva (DURC), il TAR ha evidenziato che la violazione degli obblighi previdenziali e contributivi presa in considerazione dal Codice dei contratti pubblici non è limitata al caso di omesso versamento, ma ricomprende tutte le ipotesi di violazioni ostative al rilascio del DURC regolare, tra le quali è inclusa l'omessa presentazione delle denunce mensili, in quanto solo una completa e corretta dichiarazione può consentire all'ente previdenziale preposto il corretto esercizio dei poteri di controllo ad esso rimessi dalla legge; sicché la mancata presentazione della denuncia mensile, precludendo all’ente previdenziale di effettuare tali riscontri, viene a pregiudicare a monte il corretto svolgimento di tale compito

La decisione del TAR Roma si pone, tra l’altro, in linea con l'orientamento della Corte di Cassazione, secondo il quale l'omessa o infedele denuncia mensile all'INPS integra un'inadempienza previdenziale ancor più grave dell'omesso versamento (ex plurimis Cass. Civ., Sez. Lavoro n. 17119/2015).

Il testo della sentenza n. 9708/2018 è consultabile al seguente link

* Il presente approfondimento ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale. Di conseguenza, non costituisce un parere legale né può in alcun modo considerarsi come sostitutivo di una consulenza legale specifica.


91 views
Post in evidenza
Seguici
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
Contatti

ROMA 

Via del Banco di S. Spirito, 42

T: 06 32651435

F: 06 32651711

MILANO

Via Medici, 15

T: 02 84572254

Socializza 

2013 Legal Research Studio Legale